Simone Livi - Consiglio regionale delle Marche

"Una proposta di legge che promuove i prodotti tipici delle Marche"

Incoraggiare  una corretta e bilanciata alimentazione promuovendo, soprattutto tra i giovani, la conoscenza ed il consumo di prodotti tipici della tradizione marchigiana. Questo è il proposito che si  prefigge la proposta di legge, a firma di Simone Livi di Fratelli d'Italia, che approderà presto in commissione e subito dopo in Assemblea regionale per l'approvazione.


Iscriviti alla mailing list

Marche
terra di benessere

Intervento nel Consiglio Regionale di ieri sulla proposta di legge "Regione Marche terra del benessere e della qualità della vita".

Marche terra di benessere anti-stress, approvata la legge

Le Marche "diventano per legge Terra di Benessere e Regione Anti-stress, un modello per gli stili di vita", e "puntano ad attrarre ad attrarre investimenti e flussi turistici".

Nelle parole del Gruppo Lega in Consiglio regionale l'obiettivo e il sostegno alla legge promossa dall'assessore all'agricoltura Andrea Maria Antonini e approvata a maggioranza nel pomeriggio dall'Assemblea legislativa.

    Nelle Marche, il mantra, "si vive bene e si soggiorna meglio, investendo nella sintesi tra gli asset ambientali e quelli culturali e produttivi".
    Sul provvedimento (approvati anche alcuni emendamenti dem) 20 voti favorevoli della maggioranza, l'astensione di Luca Santarelli (Rinasci Marche) che comunque ha espresso un orientamento positivo sulla proposta di legge, e la contrarietà di Pd e M5s sul testo finale.

In aula la dem Manuela Bora ha spiegato le regioni del voto contrario. "La proposta di legge - ha affermato - non rappresenta uno strumento che incide sul miglioramento delle condizioni di vita dei marchigiani. Si riduce a un marchio, l'ennesimo bollino utile per la propaganda politica"; "la dichiarazione di Marche regione anti-stress è una bandierina sul nulla e il nostro voto non può che essere convintamente contrario".

    Forte sostegno invece dai partiti di maggioranza. "La nuova legge punta ad un approccio interdisciplinare, - spiega il relatore di maggioranza Marco Marinangeli (Lega) coinvolgendo vari settori tra cui l'alimentazione, la filiera agroalimentare, la salute, il welfare, l'industria, l'ambiente, il turismo, la cultura, lo sport, l'istruzione e la formazione"; "oggetti pubblici e privati collaborano a costruire una Rete regionale dedicata mediante la quale saranno coinvolti più settori, compresi cultura, turismo, dello sport e tempo libero. Saranno promosse 'Giornate del benessere e della qualità della vita' per sensibilizzare la popolazione e coinvolgere attivamente i cittadini e le attività produttive che saranno i primi testimonial di questo nuovo asset di sviluppo". Previsto anche un "sistema di monitoraggio che coinvolga stabilmente, anche in forma partecipata, i soggetti del sistema, sulla scia della strategia europea 'From farm to fork' del piano d'azione europeo 'One health' che incoraggiano uno sviluppo armonico e sostenibile dell'essere umano, della natura e dell'ambiente, promuovendo stili di vita sani e consapevoli".
    "I trend del turismo internazionale - osserva l'assessore Antonini, che oggi non era in aula per altri impegni istituzionali - recitano che monumenti, bellezze architettoniche paesaggi da sogno stanno diventando secondari rispetto all'experience complessiva che il turista si aspetta dal territorio e che determina la scelta della destinazione. Con questa legge, puntiamo a far sì che la destinazione siano le Marche - aggiunge - L'obiettivo è puntare sull'integrazione tra le peculiarità produttive e quelle ambientali in funzione del benessere psicofisico propiziato da un antistress per corretti stili di vita e di impresa. Un nuovo volano per una strategia di promozione internazionale del brand 'Marche Regione di Benessere' in cui fa la sua parte anche l'educazione alimentare attraverso la prevenzione che contribuisce alla salute".

FONTE ANSA

Mandaci la tua mail per restare informato.

Contattaci

APPROVAZIONE NUOVA LEGGE URBANISTICA

Dopo una maratona di cinque Consigli Regionali, abbiamo approvato la nuova Legge Urbanistica. 

21 novembre 2023 -  Consiglio regionale delle Marche

Intervento Simone Livi in sede sulla nuova legge urbanistica

La soddisfazione del governatore Francesco Acquaroli

Dopo oltre 31 anni la Regione Marche ha una nuova legge per il governo del territorio, con l'approvazione definitiva appena votata in Consiglio Regionale. Questo non rappresenta un punto di arrivo ma un punto di partenza. Una riforma che intende tutelare il paesaggio e garantire lo sviluppo; una legge che sostiene la semplificazione e la concertazione urbanistica, una maggiore coerenza nella gestione del territorio, una crescita equilibrata che protegge il consumo del suolo con il principio del saldo zero. Un'ulteriore riforma strutturale per scrivere il futuro della nostra regione, che si aggiunge alle altre approvate in questi tre anni, come la riforma degli enti sanitari e al nuovo piano sociosanitario, nonostante i primi 14 mesi della legislatura siano stati pesantemente condizionati dalla pandemia. Sono orgoglioso della coerenza e del coraggio messo in quello che stiamo facendo, anche se sono consapevole che i frutti di questo lavoro si vedranno nel tempo a venire, il tempo necessario affinché delle riforme così importanti producano gli effetti e le ricadute sul territorio.

Contattaci

La Commissione europea ha approvato la quarta richiesta di pagamento dell'Italia di 16,5 miliardi di euro,

confermando che l’Italia ha raggiunto tutti i 28 obiettivi e traguardi previsti.
La valutazione positiva della Commissione dimostra i grandi progressi fatti dall’Italia e conferma il grande impegno del Governo al fine di attuare pienamente il PNRR e rendere la Nazione più moderna e competitiva.